Seconda vittoria consecutiva per Trapani che batte Cassino fuori casa 70-78

di Michele Scandariato
Vedi letture
Foto

BPC Virtus Cassino vs 2B Control Trapani 70-78

Cassino: Pepper 28, Hall 13, Castelluccia 12, Raucci 9, Sorrentino 5, Paolin 3, Guaccio, Razic, Punzi ne, Ingrosso ne, Bianchi ne. All. Vettese

Trapani: Renzi 21, Miaschi 13, Czumbel 10, Marulli 10, Ayers 9, Pullazi 7, Mollura 6, Nwohuocha 2, Basciano ne, Tartamella ne.; All. Parente

Parziali: (13-24; 29-38; 49-57)

Arbitri: DIONISI , CATANI e PELLICANI

Vittoria importantissima in trasferta per la Pallacanestro Trapani che pur priva del proprio giocatore migliore, l’americano Rotnei Clarke infortunato, a Frosinone ha battuto Cassino 70-78 raccogliendo il secondo successo consecutivo. Una vittoria fondamentale per riprendere la corsa alla post season e tenere a distanza di sicurezza la zona playout. I granata hanno condotto per 40 minuti, approcciando bene la gara con la buona personalità dei giovanissimi Czumbel ma soprattutto Miaschi, devastante nel primo quarto. Padroni di casa che però non hanno mai mollato anche sotto di 15 punti, e con uno straordinario Pepper (28 punti) rimontavano nell’ultimo quarto trovando la parità a 4’ dalla fine (64-64). Ma a quel punto veniva fuori il carattere di Trapani che trovava due triple consecutive con Mollura e Marulli che scavavano il break decisivo, anche perché Cassino si spegneva proprio sul più bello e Renzi segnava i canestri che mettevano il risultato in cassaforte. Tra i singoli buone prestazioni di Czumbel (10 punti, 8 rimbalzi, 4 assist e 4 falli subiti) e di Renzi (21 punti + 8 rimbalzi) tra i granata, per Cassino Dalton Pepper, l’ultimo a mollare, ha chiuso con 28 punti.

Le dichiarazioni a fine gara del coach granata Daniele Parente:

«Non era affatto scontato che riuscissimo a vincere ma i ragazzi hanno affrontato la partita con grande concentrazione e determinazione. Sono contento dell’apporto che ha dato la panchina ma, data l’assenza di Clarke, sono stati tutti bravi a farsi trovare pronti. Il prossimo match ci vedrà al cospetto della capolista ma, se giocheremo con questa grinta, potremo giocarci le nostre carte».

 


Altre notizie